IL SOCCORSO ALPINO - CONFERENZA

Il Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico (CNSAS)
Gli interventi in montagna e nelle catastrofi del paese
Conferenza 9 giugno 2017 Università LIUC ore 20:45


Il Corpo nazionale del soccorso alpino e speleologico è un servizio di pubblica utilità. E’ sezione nazionale del Club Alpino Italiano, opera in piena autonomia ed è individuata in seno alla legge n 225 come struttura operativa del servizio nazionale di protezione civile.
Le finalità del Corpo nazionale soccorso alpino e speleologico, definite con chiarezza dalla legge di riferimento (74/2001), sono:


          - Il soccorso degli infortunati, dei pericolanti ed il recupero dei caduti in territorio montano, nell’ambiente ipogeo e nelle zone impervie del territorio nazionale;
          - Contribuire alla vigilanza e alla prevenzione degli infortuni nelle attività connesse nel territorio montano e nelle zone impervie del territorio nazionale;
          - Concorrere al soccorso in caso di calamità, in cooperazione con le strutture della protezione civile, nell’ambito delle proprie competenze tecniche e istituzionali


Al 2016 conta un organico di oltre 7500 tecnici (donne e uomini) distribuiti su tutto il territorio nazionale. Essendo anche una struttura nazionale operativa del servizio nazionale della protezione civile, presta attività anche al di fuori dell’ambiente montano in caso di calamità naturali.
Il Corpo nazionale del soccorso alpino opera inoltre in collaborazione col Servizio sanitario nazionale, con le squadre di soccorso alpino della guardia di finanza e con il Corpo forestale dello Stato.
Al Soccorso Alpino è inoltre affidata la funzione di coordinamento in caso di intervento di diverse organizzazioni di soccorso. Le sue strutture sono indicate alle regioni come soggetti di riferimento esclusivo per l’attuazione del soccorso in territorio montano, ipogeo e nelle aree impervie del territorio.
La capacità degli uomini e delle donne del Soccorso alpino è mantenuta costantemente elevata grazie alla dedizione nella pratica delle operazioni di soccorso reali, oltre alle continue attività di addestramento. Fanno parte del Soccorso alpino tanti volontari opportunamente addestrati, gli istruttori del CAI e le guide alpine.
E’ storia recente gli interventi del soccorso alpino compiuti nelle zone colpite dal sisma ad Amatrice e dintorni e nella tragica calamità dell’hotel Rigopiano a Farindola , sul Gran Sasso, nel trascorso inverno