LA MONTAGNA RACCONTATA

Il Club Alpino Italiano Sezione di Castellanza nell'ambito delle proprie iniziative culturali presenta
"la montagna raccontata". Gli incontri si terranno a Villa Pomini via Don L. Testori 14 Castellanza - nei giorni 10,17,24
novembre 2016 ore 21
Ingresso libero.


Saranno tre incontri letterari nei quali gli scrittori ed i relatori ospiti esprimeranno con i loro racconti, le loro poesie e le loro storie, quelle emozioni e quelle sensazioni, talvolta delicate e sfumate, talvolta forti e coinvolgenti, che la montagna ha trasmesso a loro. Saranno incontri nei quali certamente la montagna sarà il filo conduttore comune, ma sarà una montagna "raccontata" in termini diversi da quelli che fino ad oggi il CAI Castellanza ha proposto.
Non verranno raccontati gli aspetti strettamente alpinistici della salita alla tal vetta, non si parlerà di scalate su pareti impossibili, di gradi di difficoltà, di alta quota o delle performace di autorevoli alpinisti, no, niente di tutto questo. Negli incontri che proponiamo prevarranno le emozioni ed i sentimenti, scritti e raccontati, che la montagna ha suscitato ai nostri ospiti, ognuno di loro con la propria visione, interpretazione e frequentazione della montagna.

Nel primo dei tre incontri ospiteremo la castellanzese Giulia Borroni Cagelli. In occasione dell’incontro Giulia presenterà una selezione di racconti e poesie "dal monte Kenya alle Dolomiti" ispirati dalla sua esperienza vissuta per alcuni periodi dei trascorsi anni nella missione di Wamba in Kenya e dalla permanenza, da sempre, nei periodi di vacanza nelle dolomiti, con particolari riferimenti a San Martino di Castrozza e alle sue straordinarie Pale. I suoi racconti e le sue poesie sono stati tutti pubblicati, recentemente ha presentato il suo ultimo lavoro, il libro "voli di falchi e fischi di marmotte".

Nel secondo incontro, dal titolo "storie di Tor" a raccontarci la montagna saranno alcuni ospiti provenienti da diverse località. Sono i partecipanti, ognuno a proprio modo, di una particolare competizione che si svolge lungo le alte vie 1 e 2 della Valle d'Aosta. Il “Tor des Geants”. Una gara che inizia e termina a Courmayeur, il cui sviluppo è di 330 chilometri, con dislivello positivo di 24000 metri e tempo massimo per portare a termine la gara stabilito in 150 ore.
Anche in questo incontro non prevarrà l'aspetto sportivo della gara, non si parlerà della competizione in termini di prestazioni fisiche dei partecipanti e neppure dei tanti aspetti tecnici di quella che, nel circuito degli ultra taril, è definita la più bella e dura gara al mondo. In questo incontro i concorrenti nostri ospiti ci racconteranno le loro storie, le loro sensazioni, le loro emozioni vissute dentro al TOR. Racconti coinvolgenti di albe e tramonti di accoglienza nei rifugi, di incontri con le persone negli alpeggi, racconti di notti e giorni di cammino e di condivisione con altri concorrenti delle paure e delle gioie.


Nel terzo ed ultimo incontro dal titolo "con la testa tra le nuvole" ospiteremo Stefano Guarda, bustocco, grande appassionato di montagna e frequentatore delle Alpi. Stefano trae l'ispirazione per i suoi racconti dalla pratica escursionistica e alpinistica, spesso in solitaria, dove il contatto con la natura che lo circonda è intimo e indisturbato. I suoi racconti e le sue poesie sono ispirati da fatti concreti e dalle sensazioni percepite la in alto, con la testa tra le nuvole, ed elaborate con sentimento e passione per essere scritte in racconti avvincenti o declinati in versi di delicate poesie.

Si ringrazia l'Amministrazione Comunale di Castellanza e L'Assessorato alla Cultura per il patrocinio concesso.

Scarica la locandina